STORICO 2011

Primo Cup 2011

| La Nazione 16 febbraio 2011 |

Lo scorso fine settimana, la Classe Platu 25, con una quindicina di imbarcazioni provenienti da tutta Europa è stata la grande protagonista della seconda manche della “XXVII Primo Cup Trophée Credit Suisse”, primo importante appuntamento della stagione velica del Mediterraneo. Alla manifestazione, organizzata dallo Yacht Club de Monaco che come ogni anno apre ufficialmente la stagione agonistica degli One-Design, hanno preso parte complessivamente, circa 150 imbarcazioni, in rappresentanza delle proprie nazioni, tra cui Francia, Italia, Germania, Svizzera, Inghilterra, Paesi dell’Est e tredici Classi: Dragoni, Esse 850, J 24, Surpraise, Melges 20, nella prima manche e Platu 25, Longtze Premier, Smeralda 888, X35, nella seconda manche. Tra gli Italiani in gara, l’equipaggio montecatinese di “6 Bizzosa”, il Platu25 sponsorizzato da Luidiana Collection e Giachetti s.p.a., con in equipaggio gli armatori Stefano Bettarini, Alessandro Giachetti, Marco Lamorini, Umberto Santi e Fabio Tempestini. Otto le regate disputate dal Team Bizzosa, in una competizione molto agguerrita, dove grandi doti tecniche e tattiche sono indispensabili per ben affrontare il campo di regata Monegasco che presenta un particolare livello di difficoltà, dettato dai continui salti di vento. La prima prova di “6Bizzosa”, iniziata bene è però compromessa da un brutto incidente che lascia un profondo segno sullo scafo, ma risulta fortunatamente senza conseguenze per l’equipaggio che nelle due successive regate conquista con caparbietà un terzo e un quarto posto. Questi risultati, alla fine della prima giornata, portano la barca toscana, portacolori dello Yacht Club Montecatini, ottimamente al terzo posto nella classifica generale, dietro gli svizzeri di “Like a Virgin” e i tedeschi di “Kyra”. Secondo degli ltaliani “Nanuk”, al sesto posto. Nella seconda giornata di prove, un vento poco generoso ha concesso di disputare una sola regata. Ma tanto è bastato per consentire a “Nanuk” di risalire la classifica fino al secondo posto, a pari punti con il primo in ranking, il tedesco “Falcone”. Terzo lo svizzero “Like a Virgin”, ad un solo punto di distanza dai primi due. Giornata da dimenticare invece per “6Bizzosa” che con un deludente undicesimo posto, scivola alla sesta posizione della classifica generale. La brezza da sud ovest che si è alzata domenica, ultima giornata di regate, ha consentito al Comitato di Regata di dare il via a quattro prove, risultate cruciali per l’assegnazione dell’ambito trofeo. Con un secondo ed un primo di giornata, “Nanuk”, di Gianrocco Catalano, timonata da Luigi Ravioli, vince la Primo Cup 2011. Rispettivamente secondi e terzi, i tedeschi di “Falcone” e “Farr Bar”. Quarti gli svizzeri di “Like a Virgin”. Bene anche “6Bizzosa” che con un quarto, un primo ed un secondo di giornata, chiude la competizione con un ottimo quinto posto assoluto, distaccando di ben diciassette punti il più vicino inseguitore. Grande soddisfazione per la Classe Platu25 Italia. Gli equipaggi italiani sono sempre in grande evidenza fra le flotte europee e la qualità della flotta tricolore è sempre più netta e definita e attestata dai risultati ottenuti in questi contesti internazionali.

 

Coppa Carnevale 2011

| La Nazione 1 aprile 2011 |

Lo scorso fine settimana si è disputata, nelle acque antistanti Viareggio, la XXXVII^ edizione della Coppa Carnevale e Città di Viareggio. La manifestazione è inserita nell’ormai sperimentato e consolidato Campionato Toscano Vela Altura che, in forma itinerante, si svolge articolato in diverse prove nelle acque antistanti Viareggio, Marina di Pisa e Livorno, con regate organizzate da cinque circoli locali: Lega Navale Italiana Viareggio e Club Nautico di Viareggio, Yacht Club Repubbliche Marinare di Pisa, Yacht Club e Circolo Nautico di Livorno. Da alcuni anni la Coppa Carnevale e Città di Viareggio è stata riportata ai massimi livelli, avendo ottenuto dalla F.I.V. (Federazione Italiana Vela) e dall’U.V.A.I. (Unione Vela Altura Italiana) lo status di prova di qualificazione per il Campionato Italiano Assoluto di Vela d’Altura. Tra le motivazioni che hanno indotto i circoli organizzatori, Lega Navale Italiana e Club Nautico Versilia di Viareggio, a promuovere tale iniziativa, vi è il cospicuo numero di imbarcazioni ed il livello qualitativo e tecnico degli equipaggi presenti. La manifestazione ha visto la partecipazione di circa 70 imbarcazioni, fra le Classi ORC, IRC, Libera e Platu25, i grintosi monotipo presenti per la prima volta alla classica viareggina. Le regate, disputate su un percorso a bastone (bolina-poppa) di sei lati (tre di bolina e tre di poppa) della lunghezza complessiva di circa 10 miglia, hanno regalato un grande spettacolo a tutti gli appassionati che le hanno seguite dal mare e da terra. Tutto però, viene deciso nella prima regata del sabato, resa particolarmente bella da un clima primaverile e da una brezza costante di circa 8 nodi. Purtroppo un grave incidente occorso alla barca comitato durante la fase di partenza della seconda prova della Classe Libera e Platu25 e l’assenza di vento di domenica, hanno invalidato tutte le altre prove previste, chiudendo di fatto la classifica all’esito della prima regata. In Classe Platu25, ottima performance di “Hurrà” (Lega Navale Siena) barca armata dal team Mucchio Selvaggio che prende il comando con una bella partenza e rimane in testa fino all’arrivo. Dietro è bagarre fra le due barche dello Yacht Club Montecatini che si scambiamo le posizioni per ben 4 volte. Alla fine prevale “6Bizzosa”, imbarcazione sponsorizzata da Giachetti s.p.a., con in equipaggio gli armatori Stefano Bettarini, Alessandro Giachetti, Marco Lamorini, Umberto Santi, Fabio Tempestini, su “Aria”, armata da Amica Vela ASD, con in equipaggio gli armatori Francesco Bellomo, Marco Iozzelli, Roberto Puccetti. Seguono i ragazzi di “Mamic” (Circolo Vela Marciana Marina) che tengono comunque il passo dei più “anziani” equipaggi toscani. Ottima anche la prestazione delle barche portacolori dello Yacht Club Montecatini presenti in Classe Libera B. Secondo posto per lo Ziggurat 995 “Graal” dell’armatore Giampiero Baldecchi, timonato dall’inossidabile Antonio Magrini e terzo posto per il Mescal 959 “Mimì Bizzosa” dell’armatore-skipper Andrea Nieri, fresco vincitore del Campionato Invernale Alto Tirreno. In attesa di trasferirsi sul Lago di Garda, dove si svolgerà la prima tappa del Circuito Italiano, la Flotta toscana dei Platu25 rimane a Viareggio, nelle strutture del Cantiere NAVI s.r.l. (www.na-vi.it), società viareggina  di servizi tecnici per la nautica che ha gentilmente offerto supporto tecnico e logistico alle imbarcazioni presenti alla manifestazione.

 

Prima tappa del Circuito Italiano Platu25 2011

| Il Tirreno 7 maggio 2011 | La Nazione 8 maggio 2011 |

Domenica scorsa si è conclusa la prima tappa del Circuito Nazionale Platu 25 che si è svolta a Malcesine, Alto Lago di Garda, luogo considerato una palestra naturale per la pratica della vela, non a caso scelto dalla Federazione Italiana Vela come sede degli stages di allenamento della Squadra Nazionale Olimpica. La manifestazione, organizzata dal Fraglia Vela Malcesine in concomitanza con l’Alpen Cup, ha visto la partecipazione di oltre venti imbarcazioni, tra le quali quattro austriache, due svizzere ed una tedesca. La prima giornata è stata purtroppo segnata, caso raro sul Garda, dalla completa assenza di vento che ha impedito di disputare le prove in programma, costringendo la flotta a terra per tutto il venerdì. Fortunatamente le due giornate successive sono state caratterizzate da un discreto “Peler” che ha permesso di disputare tre prove al giorno, tutte nella mattinata. Sabato il vento ha toccato picchi di 22 nodi, creando non pochi problemi agli equipaggi. Al termine delle prove guidava la classifica la barca svizzera del team Like a Virgin. Domenica, altre tre prove con un vento a 18 nodi che è poi andato scemando nel corso della mattinata, fino ai 5 nodi. Un recupero strepitoso, dopo un avvio non brillante e l’equipaggio Campione d’Italia 2010 di Nanuk, timonata da Luigi Ravioli e armata da Gianrocco Catalano, porta a casa la prima tappa del Circuito e l’Alpen Cup. La classifica vede al secondo posto gli svizzeri di Superbüsi e al terzo i comaschi di Pirillina. Solo due delle quattro barche toscane presenti, si piazzano nella top-ten dell’evento. Al nono posto, sesta degli italiani, 6Bizzosa, imbarcazione portacolori dello Yacht Club Montecatini, sponsorizzata da Industrie Chimiche Giachetti e da RistorArt Toscana, con in equipaggio gli armatori Stefano Bettarini, Alessandro Giachetti, Marco Lamorini, Umberto Santi, ai quali si sono aggiunti, alternandosi a bordo, Andrea Nieri e Fabrizio Di Peppo. L’equipaggio valdinievolino, poco abituato a navigare in acqua dolce, dove la barca risponde in maniera differente rispetto alla navigazione in mare, nella seconda giornata incamera un 13°, un 9° ed un 12° posto. Nell’ultima giornata, la prima prova di 6Bizzosa inizia bene, ma è compromessa, al passaggio sulla prima boa di bolina, da una collisione che la costringe al momentaneo ritiro. L’equipaggio non demorde e nelle due successive regate conquista con caparbietà un 6° ed un 2° posto, ottenuto rimanendo in testa fino a pochi metri dall’arrivo, quando Nanuk trova un esile canale di vento che gli permette di passare avanti. Al decimo posto Hurrà (Lega Navale Siena) barca armata dal Team Mucchio Selvaggio e timonata dal viareggino Angelo Costa. Al dodicesimo posto i ragazzi di Mamic (Circolo Vela Marciana Marina) che tengono il passo dei più “anziani” equipaggi toscani. Sedicesimo posto per Aria, l’altra barca montecatinese armata da Amica Vela ASD.

 

Campionato Italiano Platu25 2011

| La Nazione 14 agosto 2011 |

Spettacolo, belle regate e tanto entusiasmo per il Campionato Italiano della Classe Platu25, ultima tappa del Circuito Nazionale 2011. La manifestazione che si è svolta a metà luglio nelle acque antistanti Senigallia, ha visto la partecipazione di venti equipaggi fra i più quotati del panorama nazionale che si sono affrontati per la conquista del Tricolore. Un campo tecnico, dove un vento generoso, con picchi fino a 18 nodi, ha consentito il regolare svolgimento di nove regate nei primi tre giorni, con un repentino calo nell’ultima giornata, durante la quale è stata disputata una sola prova. Al termine di dieci combattute regate ha prevalso su tutti l’imbarcazione pugliese “Euz II Monella Vagabonda”, fresca vincitrice del Campionato Mondiale che si è svolto a maggio in Austria, sul Lago Traunsee. Al secondo posto la ravennate “Vis”. Al terzo ancora una barca pugliese, “Five For Fighting 2”. All’mportante appuntamento velico hanno partecipato quattro equipaggi toscani, fra cui due portacolori dello Yacht Club Montecatini: “6 Bizzosa”, imbarcazione sponsorizzata da RistorArt Toscana e Giachetti s.p.a., con in equipaggio gli armatori Stefano Bettarini, Alessandro Giachetti, Marco Lamorini, Umberto Santi, Fabio Tempestini che ha ottenuto un ottimo sesto posto e “Aria”, armata da Amica Vela ASD di Francesco Bellomo, Marco Iozzelli, Roberto Puccetti, in equipaggio con Francesco Lagirti e Stefano Bidolli che si è classificata al dodicesimo posto. Decimo posto per gli elbani di “Mamic” e diciannovesimo per i senesi di “Hurrà”, armata da Mucchio Selvaggio. L’esito del Campionato Italiano ha definito le posizioni nella Ranking List Nazionale 2011. La Classifica, stilata al termine della stagione velica come sommatoria dei risultati ottenuti nelle tappe del Circuito, vede tutte e quattro le barche toscane presenti nella Top Ten Italiana: al quinto posto “6Bizzosa”, al sesto “Aria”, all’ottavo “Mamic”, al decimo “Hurrà”. Grande soddisfazione nella flotta toscana dei Platu25. L’ottimo risultato è un ulteriore stimolo per gli equipaggi impegnati nella scalata al vertice di questa classifica che stanno già mettendo un po’ di fiato sul collo ai vari “professionisti” che lo occupano.

 

Campionato Toscano Vela Altura 2011

| La Nazione 8 gennaio 2012 | Il Tirreno 8 gennaio 2012 |

Si è recentemente concluso il Campionato Toscano Vela Altura 2011, circuito organizzato dal Comitato Circoli Velici Toscani che, in forma itinerante, si articola su diverse prove disputate nell’arco dell’anno, nelle acque antistanti Viareggio, Marina di Pisa e Livorno. Una serie di ottime prestazioni, incamerate nelle numerose regate, porta “Mimì Bizzosa”, il Mescal 959 di Andrea Nieri. al primo posto nel Campionato Primaverile e nel Campionato Invernale. Con questi risultati, la barca del Bizzosa Sailing Team, conquista la vetta della classifica finale della Classe Libera B e si aggiudica il titolo di “Campione Toscano 2011” di Vela d’Altura. In equipaggio, sull’imbarcazione montecatinese timonata con maestria da Nieri, si sono alternati: Marco Lamorini, Marco Iozzelli, Fabrizio Di Peppo, Antonio Potenti, Paolo Torri, Daniele Di Feo, Chiara Massarani, Claudio Polpini, Matteo Cerchiai, Andrea Salvadori, Umberto Santi, Alessandro Giachetti, Stefano Bettarini, Olivia Bosaz, Francesco Gozzini, Paolo Catena. Eccellente anche la stagione di “Graal”, lo Ziggurat 995 di Giampiero Baldecchi. Il terzo posto nel Campionato Primaverile ed il secondo posto nel Campionato Invernale, consentono al Team montecatinese di concludere il Campionato Toscano di Vela d’Altura occupando saldamente il terzo gradino della classifica finale della Classe Libera B. Su Graal, timonato dall’inossidabile Antonio Magrini, hanno regatato: Giampiero Baldecchi, Andrea Nannini, Paolo Mangiantini, Mattia Mangiantini, Pietro Romiti, Angelita Giuntoli, Paolo Maffei, Matteo Gabbani, Marco Biagini. Grande soddisfazione quindi nell’ambiente velico della nostra città che grazie anche ai risultati e alla passione di questi velisti, mantiene alto l’interesse per questa affascinante disciplina sportiva.

H&H Color Lab